Il mercato del pesce di Rialto a Venezia

Giu 20, 2016 | curiosità e tradizioni veneziane, enogastronomia, Rialto, società, storia | 0 commenti

Il mercato ittico di Rialto, una storia antica

Per ogni angolo di Venezia c’è una cartolina: Ponte di Rialto, Piazza San Marco, Ponte dei Sospiri, Canal Grande… per il mercato non ci sono cartoline.

Perché il mercato non si vende e non si svende, ha un cuore che batte e che resiste all’invasione del turista mordi e fuggi.

Perché il mercato del pesce di Rialto è unico nella sua tipicità. Basti pensare che è l’ultimo mercato ittico ancora in attività da più di 950 anni.

Venditore di pesce a Venezia, Dirck de Vries, 1600 ca.

Venditore di pesce a Venezia, Dirck de Vries, 1600 ca.

Quasi mille anni di storia e di storie: di migliaia di tonnellate di pesce venduto, di generazioni di pescatori e pescivendoli che ne hanno conservato l’essenza; inglobato un tempo in un mercato enorme e assolutamente variegato nell’offerta. Venezia nasce come città – emporio, “dove si poteva trovare tutto senza che la città stessa avesse nulla come risorsa propria”. Dagli schiavi alle spezie, dall’oro alle pelli, il mercato di Venezia era un gigantesco centro commerciale gestito solo da veneziani stessi. Per secoli, il mercato più grande d’Europa.

Il viaggio del pesce verso Rialto

Cominceremo la visita là dove ci è vietata la visita: è lì che comincia il viaggio del pesce verso Rialto: al Mercato Ittico all’ingrosso presso l’ingresso della stazione marittima di Venezia.

Venezia, Mercato del pesce all'ingrosso

Venezia, Mercato del pesce all’ingrosso

Venezia, Mercato del pesce all'ingrosso

Venezia, Mercato del pesce all’ingrosso

Qui arriva il pesce da ogni mare e oceano, scaricato e pronto per essere mercanteggiato. Lavoro affascinante e duro; volti tirati e stanchi da notti di pesca e levatacce notturne per essere in tempo qui, al suonar della sirena, quando cominciano le trattative. Si tratta di un lavoro notturno e quasi misterioso, le porte qui sono chiuse al “non addetti ai lavori”.

Si compra il pesce, il migliore è quello nostrano: canoce, caparosoli, folpetti, soasi, otregani, bisati difficile per un italiano capire questi nomi: impossibile per un “foresto”… e lo si carica in barca per raggiungere il mercato al minuto, ovvero Rialto.

Venezia, Mercato del pesce all'ingrosso

Venezia, Mercato del pesce all’ingrosso

Venezia, Mercato del pesce all'ingrosso

Venezia, Mercato del pesce all’ingrosso

Qui viene scaricato il pesce e sistemato sui banchi ricolmi di ghiaccio già preparati alle 5 del mattino e alle 7 la vendita è aperta.

Il mercato prende vita…

Pian piano il mercato prende vita; i bar attorno al mercato già lavorano a pieno ritmo dalle 5 del mattino: sono allo stesso tempo le “ultime spiagge” per il popolo della notte.

Venezia, Mercato del pesce di Rialto

Venezia, Mercato del pesce di Rialto

Venezia, Mercato del pesce di Rialto

Venezia, Mercato del pesce di Rialto

Venezia, Mercato del pesce di Rialto

Venezia, Mercato del pesce di Rialto

Qui ci si incontra, qui ci si trova, qui si compra il cibo per casa.
Casalinghe, pensionati, impiegati che lavorano nei dintorni… turisti curiosi: tutti si aggirano fra i banchi, e i colori del mare prendono vita sotto i loro occhi. I suoni sono quelli del mercato veneziano: qua si parla veneziano, anzi si urla veneziano, dato che l’ “homo veneticus” pare sia incapace di parlare a voce bassa. Orate, branzini, seppie, telline, canestrelli e peoci… tutto viene esposto nel modo più invitante; il pescivendolo su richiesta pulisce il pesce e orde di gabbiani si contendono le interiora che finiscono per terra. C’è odore di mare, c’è suono di mare, vedi mare e chiedendo gentilmente si ricevono ricette gustose per la preparazione di piatti succulenti. Rigorosamente secondo ricette della nonna del pescivendolo stesso e rigorosamente in veneziano ma alla fine ci si capisce tutti lo stesso.

Venezia, Mercato del pesce di Rialto

Venezia, Mercato del pesce di Rialto

Una visita guidata al mercato del pesce e ai suoi colori, alle sua attività e alla sua storia, non solo è singolare e interessante per comprendere il tipo di pesce e la società veneziana. Ci si mescola fra la popolazione vera di questa città che ancora combatte per essere tale e NON cartolina. Questa visita merita del tempo e dell’amore nei confronti di quello che è

#veneziavera#pescefresco#unicità#colore#odore#sapore#Rialto#cuore che batte per la città

Adatta a famiglie, bambini, fotografi, anime viaggianti, coppie, a TUTTI a parte gli schizzinosi.

Venezia, Mercato del Pesce di Rialto, granseola (Maya squinado)

Venezia, Mercato del Pesce di Rialto, granseola (Maya squinado)

 

Luigina Romor
BestVeniceGuides
luvenice@gmail.com