La manifattura delle calzature: un’antica tradizione ancora viva a Venezia

La manifattura delle calzature: un’antica tradizione ancora viva a Venezia

Arti e mestieri sono sempre stati un punto di forza dell’economia veneziana dal Trecento in poi. I “calegheri”, i calzolai o ciabattini, erano organizzati in una confraternita di cui troviamo traccia nei bassorilievi della città. Per non parlare di quanto accade ancora oggi, alla Riviera del Brenta e delle bellissime scarpe che vengono prodotte in zona per l’alta moda!

Storie di una città Resistente: Venezia

Storie di una città Resistente: Venezia

Il 25 Aprile non è solamente la festa di San Marco e del bocolo. Festeggiare il santo patrono ha enorme importanza per i veneziani e anche per chi visita Venezia, ma il 25 aprile ha anche un significato storico unico e prezioso legato alla Liberazione dal nazifascismo. Nel libro “Noi due brillanti di rosso” di Serena D’Arbela ben si raccontano quegli anni.

Donne vanitose a Venezia

Donne vanitose a Venezia

Le donne a Venezia amavano essere belle: tacchi vertiginosi, profumi ricercati, chiome bionde. Giocavano con il linguaggio dei nei, posti in punti diversi del viso per comunicare agli interessati l’umore e le intenzioni. A Venezia tra i musei più coinvolgenti, ecco a voi palazzo Mocenigo: per chiunque sia interessato alla moda, al costume, alla bellezza.

Villa Pisani tra donne, dee e regine

Villa Pisani tra donne, dee e regine

All’aristocrazia veneziana piaceva trascorrere la villeggiatura nella campagna veneta. Lungo le rive del fiume Brenta sono sorte ville bellissime ed eleganti, circondate da giardini curati e affrescate all’interno da importanti artisti. La Villa Pisani a Stra è tra le più celebri ed è qui che si svolge un particolare itinerario, tutto al femminile.