Elisabetta Ferrari

Elisabetta Ferrari
Lingua: Francese, Inglese, Italiano, Tedesco

: +39 3355640506

Abilitazione: Venezia (2009)




Sii curioso, scopri Venezia!

 

Nata e cresciuta a Venezia, ho la fortuna di vivere in zona Rialto con la mia famiglia e di lavorarci! Sono una persona solare, sportiva ,  amante della compagnia, ma anche del silenzio. Provengo da una famiglia numerosa (4 fratelli ed 1 sorella) ed ho quindi imparato l’importanza del rispetto reciproco. Dal tempo del liceo canto in varie formazioni corali: da ottetti, ad ensemble a 16 voci, a cori molto numerosi, e anche questo ti fa capire l’importanza del sapersi interfacciare.

Mi ritengo una persona molto fortunata, perchè la mia città è a dir poco fantastica: trasmettere questo mio amore per Venezia, ecco la mia finalità!!! mi viene del tutto spontaneo e traspare in qualsiasi momento di ogni mio tour ( a quanto leggo dai “feedback” lasciati  dai clienti con i quali  ho avuto il piacere di interfacciarmi in questi anni).

La mia filosofia è che il cliente sia soddisfatto, appagato dalla sua scelta, qualsiasi sia il tour che ha deciso di effettuare. Non importa se l’interesse è storico, artistico, culinario, musicale, classico,  anticonvenzionale, spirito-licenzioso: l’importante è che il tempo passato insieme sia un arricchimento piacevole. La noia? lasciamola da parte per un po’. Sta a me darvi le chiavi per aprire i segreti della città, sta a voi poi utilizzarle al meglio.

La mia Formazione

Il mio curriculum scolastico si è svolto interamente a Venezia, dalle scuole primarie, al liceo linguistico, allo studio delle lingue straniere presso l’università di Ca’ Foscari di Venezia, conclusosi con un interessante studio della “semiotica della SORPRESA” in un racconto di un autore francese dell’800. Già durante gli anni universitari ho svolto servizi di hostess congressuale ed Accompagnatore Turistico a Venezia e dal 1986  sono socio fondatore e senior manager della Venice Tourist Assistance, V.T.A. snc , società che fornisce assistenti turistici a Venezia.

Cosa vi suggerisco

Visto che siam tutti diversi e che abbiamo interessi diversi, ogni tour va “fatto su misura” e prende un   taglio  che varia  a seconda di ognuno di noi. Non siate schematici, Venezia è una città irrazionale! Camminate tenendo la destra !!!!!!!!!!!!!!!! (mica siamo in Gran Bretagna o in Australia) . Siate pronti a cambiare strada : acqua alta, troppa gente, troppo caldo, troppo vento…..qualsiasi deviazione, vi porterà a vedere qualcosa di inaspettato! Per cui : siate aperti ai cambiamenti e  ben venga vedere San Marco e Rialto, ma come lasciar Venezia senza aver trovato quel  meraviglioso tappeto di marmo che scende gli scalini dell’altar maggiore della chiesa dei ******** , col martirio di quel povero San Lorenzo, con degli squarci di luce che ti lasciano stupefatto!!!!!! E   continuare poi verso Calle Racchetta, dove , ebbene si, si giocava al tennis di una volta , e continuare a girovagare  fino a trovarsi in zona dei “ do’ mori” (quartiere commerciale di una Comunità straniera, che vede rappresentato sulla facciata di un palazzo, un *******, animale  non propriamente veneziano….),dalle parti della casa del famoso pittore ******figlio di un “tintor”. E come non fermarsi a “cicchettare” in uno dei bacari della zona per assaporare piatti della cucina veneziana, o fare una pausa  caffe in una delle antiche torrefazioni in Strada Nova….

Ma forse preferite che ci fermiamo dal “Lollo” ad estirpargli i segreti della costruzione delle gondole, o volete crearvi e colorarvi la vostra maschera, o volete sapere tutto sulle spezie, sui  profumi  che si usavano una volta in assenza di acqua per docce giornaliere (Venezia era nota al tempo per le sue feste e la sua “licenziosità”)?

Sono aperta ai vostri suggerimenti! Scrivetemi e troveremo qualcosa di interessante da fare insieme.

Vi aspetto !