Ornella Varisco

Ornella Varisco

Lingua: Inglese, Italiano, Spagnolo

: +39 3286621432

Abilitazione: Venezia (2009)
Altra abilitazione: accompagnatore turistico

“La Venezia di oggi é un grande museo la cui piccolo porta d’ingresso cigola in continuazione e voi entrate in questa specie di istituzione insieme ad una massa di visitatori” (Henry James, Italian Hours, 1909)

Il vantaggio di usufruire di una visita guidata é ricevere le giuste chiavi di lettura x interpretare il “ grande museo” veneziano alla luce dei nostri giorni, senza tralasciare il suo grande passato.

Far scoprire 1 città “da cartolina“ non solo nella sua bellezza – scontata – ma nei suoi aspetti meno “glamour”……..il mio motto: una città plurale, singolare, diversa e unica: GIRIAMOLA…….insieme! Condotto per mano dalla guida locale, che insieme alle sue conoscenze in ambito artistico, storico e di tradizioni locali, è orgoglioso della sua D.O.C. in quanto  “ nativo “ del luogo di cui si fa interprete. Ciò che fa la differenza è proprio la guida “ locale “, il mediatore più adeguato per decifrare il linguaggio così particolare di questa città eterna!

La mia Formazione

Mi chiamo Ornella. Sono nata a Venezia, dove attualmente vivo, ed é sempre qui dove tutti i momenti più importanti della mia vita hanno avuto luogo. La singolarità di questa città ha favorito lo sviluppo di un gusto particolare per l’arte unito ad una sensibilità per la bellezza.

Crescendo in questa città,  fin da bambina ho iniziato a pensare di poter essere guida in età adulta. Uno dei giochi preferiti di noi bambini era improvvisarsi “ ciceroni “ con i pochi turisti presenti a Venezia nei primi anni ’70…………….Oggi quel gioco antico si è fatto realtà e sono molto soddisfatta ogniqualvolta posso leggere negli occhi dei miei clienti entusiasmo ed emozione alla fine dei miei tours.

Sono laureata in Lingue e Letterature Straniere. Per motivi di studio ho iniziato ad esplorare il mondo e ad entrare in contatto con altre culture. Crescendo fortunatamente ho ampliato i confini delle mie esplorazioni perché amo viaggiare e di conseguenza ho maturato la passione per la fotografia.

La stessa curiosità che ho per il  mondo la riservo alla mia città. In compagnia della mia macchina fotografica mi diverte inoltrarmi nei luoghi meno “ glamour “ di Venezia, desiderosa di trasferire  in immagini l’ atmosfera “ magica “ che questa città è in grado di creare. E’ il vantaggio di una città a misura d’uomo, senza automobili, dove la percezione sensoriale è amplificata. Ci sono sempre dei piccoli dettagli da scoprire e simboli nascosti da leggere.

Cosa vi suggerisco

Suggerire qualche itinerario che non siano quelli classici (che appariranno anche nei sito) oppure scriver su cosa si vorrebbe proporre tour con un taglio diverso dal solito.
Se partiamo dalla considerazione dell’originale struttura urbana della città, assimilabile ad un  labirinto, può essere un approccio inusuale affidarsi ai nostri cinque sensi al fine di conoscere i suoi segreti e catturare la sua bellezza nascosta.

Sono dei tours pensati per coloro i quali sono  già “ in confidenza “ con la città, quindi hanno già conosciuto la sua immagine più patinata………..o per meglio dire, si rivolgono a tutti coloro desiderosi di ricevere nuove sensazioni.

Senza dubbio il senso del GUSTO è quello + invitante! Venezia offre un’ampia gamma di locali, denominati  “ bacari “ altresì osterie tradizionali, dove si consumano pasti poco impegnativi ed economici, in piedi al banco, i cosiddetti “ cicchetti “ , piccoli snacks. Il tutto rigorosamente accompagnato da un ‘ “ ombra “, ovvero 1 bicchiere di vino, rosso o bianco. Salute !

Se seguiamo l’UDITO possiamo partire alla ricerca di chiese, teatri e sale da concerto dove risuona l’eco delle melodie dei compositori più significativi della storia musicale di Venezia, tra i più illustri sicuramente al primo posto Antonio Vivaldi.

Anche x il senso dell’OLFATTO non manca il terreno a cui attingere. Non ci si può dimenticare del ruolo svolto da Venezia nel passato  quale grande emporio tra i più importanti in Europa. Destinazione finale di importanti rotte commerciali per i tessuti, sete, pietre preziose, spezie ed essenze. In un rinnovato Palazzo Mocenigo, dimora patrizia di una famiglia veneziana del XVIII secolo,  ci si può avventurare alla scoperta di 1 città legata ai traffici commerciali, alle sue rotte relative alle diverse merci importate, e seguire un nuovo percorso dedicato all’arte della profumeria.

Per quanto attiene al  TATTO abbiamo la grande tradizione veneziana nel settore tessile……e in città per fortuna abbiamo ancora oggi attive  alcune manifatture tradizionali leader nel settore  dei tessuti d’arte, quali  BEVILACQUA, FORTUNY e RUBELLI.  Si possono visitare i loro luoghi di produzione.

E’ rimasto il senso della VISTA……che ci lascia totale libertà. La città con la sua incommensurabile bellezza offre 1 molteplice chiave di lettura e fruibilità…………..si può godere di Venezia dall’acqua, dall’alto dei suoi campanili, dall’interno……………..dei suoi palazzi, dei suoi musei, chiese, teatri. Inoltre è il set ideale x partecipare a dei “ safari “ fotografici, per partire alla scoperta di un’altra città, dove la colonna sonora è composta solo dal rumore dei passi o lo sciabordio dell’acqua.