Stefania Colecchia

Stefania Colecchia
Lingua: Inglese, Italiano, Russo

: +39 3474351222

Abilitazione: Venezia (1998)

Ad excelsa tendo.

Amo lavorare divertendomi. Mi piace coinvolgere le persone che incontro e ascoltare le loro esigenze rispettando diversità culturali e religiose. Non amo la fretta, il pressapochismo, l’arroganza e la maleducazione. Mi piace rispettare gli impegni presi e invece non mi piacciono molto i cambiamenti all’ultimo minuto. Apprezzo la puntualità e la flessibilità. Un pizzico di senso dell’umorismo non guasta insieme alla sincerità.

La mia Formazione

Laurea in lingue e letterature straniere Università di Ca’ Foscari 1990 votazione 110/110

  • Liceo classico Raimondo Franchetti 1982 votazione 45/60
  • frequenti soggiorni in Inghilterra presso parenti e in Russia (Istituto Pushkin Mosca 1985/86 e MGU1988)

Ho lavorato a scuola come insegnante d’inglese (anno scolastico 1997/98) e sono abilitata all’insegnamento della lingua russa. Ho collaborato con aziende in Veneto e Emilia tra il 1991 e 1997 in qualità di impiegata nell’ufficio estero e interprete, a contatto con clienti e delegazioni. Ho fatto alcune traduzioni tecniche anche prima di laurearmi e ho insegnato il russo presso l’Associazione Italia URSS.

Sono appassionata di arte, storia, lingue straniere, viaggi, musica, cibo e dolce vita.

Cosa vi suggerisco

Vorrei proporre itinerari artistici e storici, ambientali, ma anche musicali e giocosi diretti a conoscere gli aspetti del vivere a Venezia e nella sua laguna. Secondo me occorre scoprire questa città e raccontarla con entusiasmo e partecipazione. Ad esempio: La musica a Venezia, la cultura del vino a Venezia, Scoperte e sfide per calli e campi, Dogi e dogaresse, Storia di una Repubblica attraverso le sue feste, Donne illustri della Serenissima, Santi e reliquie: una grande epopea, Le comunità straniere a Venezia, Il XIX e XX secolo epoca di grandi cambiamenti in laguna, Venezia e i suoi mestieri. Isole della laguna: monasteri, fortezze e ospedali. L’elenco potrebbe continuare all’infinito.