Il Ghetto di Venezia nel periodo delle leggi razziali e della Shoah

Donatella Frezza
Articolo di Donatella Frezza

Un percorso della memoria nel ghetto più antico del mondo, dove lapidi e monumenti ricordano il genocidio del popolo ebraico negli anni della Seconda Guerra Mondiale, i nomi dei 246 ebrei veneziani che furono catturati e deportati tra il 1943 e il 1944, e il “supremo sacrificio di sé” del dottor Giuseppe Jona all’indomani dell’8 settembre 1943.

 

Quando: sabato 29 gennaio 2022 ore 11.00

Durata: 1,5 ore circa

Luogo d’incontro: davanti alla Sinagoga Spagnola in Campo del Ghetto Vecchio

Costo della visita: € 15

Ingressi: non sono previsti ingressi a pagamento

Prenotazione obbligatoria entro le ore 12 del giorno precedente direttamente alla guida Donatella Frezza

E-mail: dfrezza@live.it

Cell. (preferibilmente sms o WhatsApp): 3387534174

I posti sono limitati per consentire la buona qualità del servizio e in ottemperanza alle norme di sicurezza anti Covid19. I posti saranno assegnati secondo l’ordine di arrivo delle prenotazioni e fino ad esaurimento delle disponibilità.

Come da ordinanza comunale, a Venezia è obbligatorio l’uso della mascherina anche all’aperto.